mercoledì 31 ottobre 2012

MARSILLI SI STA SVEGLIANDO?

ATTENZIONE, IL VULCANO MARSILLI,IL VULCANO PIÙ GRANDE D'EUROPA SOTTOMARINO DISLOCATO NEI FONDALI DEL MAR TIRRENO SI È RISVEGLIATO...SI DICE CHE ENTRO FINE ANNO DEBBA ERUTTARE CON TUTTA LA SUA FORZA PROVOCANDO UN TERREMOTO PARI A 7.5 DELLA SCALA RICHTER E UN CONSEGUENTE TSUNAMI CON ONDA ALTA PIÙ DI 10 METRI,QUESTA SPAZZEREBBE VIA LE COSTE CONFINA TI CON IL MAR TIRRENO DI CAMPANIA CALABRIA E SICILIA...LA PROTEZIONE CIVILE HA GIÀ EFFETTUATO ESERCITAZIONI TRA IL 7 ED IL 12 MAGGIO MA COME AL SOLITO TUTTI TACIONO E NESSUNO DICE NIENTE.


MONTE SINAI - MONSANTO



IL PROGETTO DI DOMINIO DEVIATO E LA ALTERNATIVA DA COSTRUIRE Paolo Ferraro a Brindisi

50. IL PROGETTO DI DOMINIO DEVIATO E LA ALTERNATIVA DA COSTRUIRE Paolo Ferraro a Brindisi

by Paolo Ferraro CDD. Tutti i BLOG SITI e LINK UTILI

See on Scoop.it - CDD
IL PROGETTO DI DOMINIO DEVIATO E LA ALTERNATIVA CHE POSSIAMO COSTRUIRE . Intercettare tutta la complessità di ciò che si è mosso visibile e meno in questi ultimi sessanta anni, riuscire a fornire prove concrete, fare storia politica informazione e sperimentazione di alternative socio economiche nuove e dal basso in un quadro di relazioni economiche internazionali mutato, è ciò che chi ha costruito e covato nell'ombra teme , più di ogni altra cosa. Asservimento ed irretimento di caste, mediante ricatti pressioni e ruolo della psichiatria arruolata, controllo dell'apparato militare mediante uso di metodologie e tecniche che prevedono droga, sesso esoterico e non, devianze "irreggimentate " , controllo dei gangli dell'apparato statale e gestione economica ferreamente indirizzata al perpetuarsi del profitto ed all'arricchimento delle oligarchie finanziarie, possono essere contrastati in un solo modo . Una lunga ma veloce marcia verso una nuova società per mettere amorevolmente alla porta massonerie deviate, poteri forti e capitalismo finanziario, facendo solo così fallire il progetto più inquietante della storia della umanità, ma anche gli altri di riserva portati avanti da chi vuole perpetuare dominio e sopraffazione . Occorre perciò riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, deviati e non, progetti di democrazia diretta ed economico sociali ridisegnando le ideologie e superando il declino in atto, governato da oligarchi e trasversali alleanze di vertice. Realizzare per la prima volta una reale democrazia diretta e ripartire da una riformulata sovranità nazionale e monetaria con nuove alleanze geopolitiche, superando le obsolete distinzioni ideologiche e creando un sistema di idee e valori del TERZO MILLENNIO. non è utopia è una necessità storica . La costruzione di un intellettuale collettivo diviso in aree tematiche di lavoro, l'uso massiccio e sistematico della rete , la creazione di metodologie di intervento che consentano di arrivare capillarmente in tutti il luoghi informatici e di creare dibattiti, contraddizioni, crescere allargandosi continuamente, e disarticolare false convinzioni ed apparati , costituisce lo strumento operativo del pari necessario e coerente al fine .
http://www.youtube.com/watch?v=ojHPorHXvzo&feature=youtu.be
http://youtu.be/ojHPorHXvzo
BLOG DEL CDD
http://www.paoloferrarocdd.blogspot.it/ ( con bottoni link a tutta le ricerche in rete )http://www.paoloferrarocdd.wordpress.com/
http://www.paoloferrarocdd.altervista.org/ ( SITO NUOVO LEGGERO RAPIDO ACCESSO
PAGINE SCOOP COLLEGATE
http://www.scoop.it/t/paolo-ferraro-magistrato-cdd
http://www.scoop.it/t/cdd
http://www.scoop.it/t/cdd-comitato-difendiamo-la-democrazia
http://www.scoop.it/t/cdd-storia
VIDEOCONFERENZA PERMANENTE (iscrizione gratuita da Fb od altro )
http://www.so.cl/#/party/9122?f=link&i=1CCL.kt7uaMBxw60u&r=1&n=CDD
MAIL ccdd.difendiamolademocrazia@gmail.com
MAIL2 pafer3@libero.it
CELLULARE 3929069339
INDIRIZZO SKYPE paolo.ferraro65
INDIRIZZO ooVoo paoloferraro
Una strategia che fermi e vinca le diverse teste dell'Idra cambiando anche il corpo socio economico del mostro ,e sostituisca il potere dei popoli ai grandi poteri finanziari ,

ZEOLITE

                                           ZEOLITE 


ORA NONA - I PARADIGMI DA CAMBIARE

Ci sono i vecchi paradigmi che sono da cambiare certi purtroppo derivanti anche dalla costituzione  come quello del  denaro che serve per creare lavoro e che il lavoro da dignità alla vita è necessario invertire il paradigma non solo con i mezzi tecnologici, il mercato dei bisogni indotti e la obsolescenza programmata  oltre il 50% del lavoro non serve più (basterebbe lavorare si e no tre ore al giorno) molto lavoro serve solo a produrre immondizia da smaltire, produrre giri di denaro inutili all'uomo ma solo a generare interessi (finanziarie banche commercialisti ) 
Tutti potrebbero avere una qualità della vita superiore in cui in prima persona possono gestire il valore del proprio tempo, oggi invece è il mercato che gestisce il tempo di ognuno di noi  GT

FILM “CONTAGION”


INTERESSANTI CONSIDERAZIONI SULLA CINEMATOGRAFIA IN MERITO AL FILM “CONTAGION”.  VEDI ALLEGATO

Chi ha spirito di osservazione, capacità di analisi e conoscenze storiche sa benissimo che la cinematografia, oltretutto fin dagli anni ’20 gestita da grandi imprenditori di origine ebraica, ha avuto ed ha un ruolo molto importante nel condizionare i fatti storici. E questo non soltanto dal punto di vista etico, morale e ideologico, come per esempio potevano essere tutti quei film sull’antica Roma, il Cristianesimo, ecc., dove si cercava di distruggere e sporcare decisamente quella che era la Romanità, anche con il semplice presentare imperatori depravati, ufficiali sadici e cattivi, mentre all’opposto vengono ammantati di buone parole e intenti, di amore e compassione, gli antagonisti di Roma, per esempio gli schiavi o i cristiani.
Per la cinematografia quale accompagnamento della propaganda di guerra poi, inutile sprecare parole. Basti vedere i film di guerra con il generale tedesco con frustino e monocolo e faccia perfida, cioè  uno psicopatico assassino, e lo steso soldato tedesco spesso interpretato da buffe figure di ciccioni o mezzi ebeti, per impersonare una soldataglia idiota,  mentre quelli alleati vengono mostrai tutti belli, puliti, leali, eroici, pieni di sentimenti umani.
Il ruolo perverso della cinematografia arriva però anche al punto di preparare o accompagnare grandi eventi di portata storica.Ed è questo un ruolo ancora più importante.
Basterebbero i film della seconda metà degli anni ’60, primisimi anni ’70, dove negli USA era in atto un sorda lotta contro le vecchie amministrazioni statunitensi e in previsione di grandi cambiamenti che poi si concretizzarono nel “colpo di stato” del Watergate. Tutto tornò allora opportuno per minare la società e la cultura americana, del resto già mezzo moribonda. Si utilizzarono allora una miriade di film antirazzisti, altri di rivalutazione dei pellirossa (per contrapposizione ai militari), contro la guerra, ed infine tutta una serie di film di natura “contestativa”, quali apristrada ad una società progressista su basi neoradicali.
Raggiunti gli scopi, occupato tutto il potere nelle amministrazioni americane, rifatti ex novo i Servizi, ecco che tutto questo, si butta a mare e si “recupera” l’immagine del “potere” che, per raggiungere certi scopi, si era dovuta intaccare. Con Reagan e gli anni ’80 si comincia anche, con la serie dei Rambo, a rivalutare le forze armate.
Non indifferenti sono poi i tanti film di fantascienza, dove si prospetta un mondo futuro distrutto nel suo equilibrio ecologico, dominato da computer e da entità superiori, configurato in una società tipo “grande fratello”.
Tutti input, predisposizione agli stati d’animo delle persone, messaggi subliminali, ecc., che non è azzardato definire come preparatori a quel mondo futuro, configurato in una Repubblica Universale, a cui si sta lavorando, oramai neppure più troppo dietro le quinte.
Negli anni ‘70 anche in Italia, a fianco dei film “poliziotteshi” di genere popolare e spesso “borgataro” o quelli genericamente di destra con esaltazione di una polizia che ha le mani legate, vi erano anche una moltitudine di film di “contestazione” e di denuncia di “trame nere”, ecc., tra cui famosissimo l’ottimo film francese “Z L’orgia del potere” di Costa Gravas. Erano tutti film che dovevano anticipare e  accompagnare la trasformazione, in senso progressista e neoradicale della nostra società, la cui cultura borghese e cattolica era oramai al tramonto. Gli imbecilli di destra, che pensano solo con un cervello unisensoriale su basi anticomuniste, ritenevano che quelli erano film fatti da registi comunisti. Ora le cose non stavano proprio così, anche perchè “comunisti” non era una definizione esatta per certi registi. Semmai erano registi che non avevano un bagaglio di cultura borghese o cattolica e molti, per ragioni di convenienza deambulavano in ambienti di sinistra. La verità era invece nelle Lobby finanziarie, e mondialiste  impegnate nella trasformazione culturale e sociale del nostro paese, le quali utilizzavano anche questi film di rottura o di denuncia per raggiungere i loro scopi ed ovviamente le grandi case di produzione, di proprietà di queste lobby, non potevano che assegnare a registi progressisti la realizzazione di questi film.
INSOMMA, IN CAMPANA, PERCHE’ LA CINEMATOGRAFIA E’ UN ARMA SUBDOLA E POTENTISSIMA.
MAURIZIO BAROZZI

QUANDO LE LACRIME DIVENTANO URAGANO


Quando si impone la propria democrazia
quando si impone il proprio punto di vista
quando tutto il mondo deve cedere alla loro cultura
quando deve esistere solo la loro libertà
quando si vuole il dominio del mondo ad ogni costo
quando gli "ultimi nati" distruggono tradizioni millenarie
quando si vuole tutti sottomessi al proprio volere di dominio
quando per fare tutto questo si corrompe..
si bombarda, si usano bombe al napal, all'uranio impoverito
si pagano taglia gole mercenari, si inganna, si truffa..
quando si cercano e si costruiscono a tavolino prove inesistenti
quando, si distruggono acquedotti, si spara sulla popolazione civile
facendo dare la colpa agli altri e ai sovrani locali
quando si uccidono bambini lontano dalle telecamere
quando si comprano con due soldi i popoli affamati
 precedentemente affamati con politiche di dominio
quando si plagia la gente ad una sola teoria del neoliberismo
quando la storia viene imposta per legge
quando si lasciano senza medicinali e viveri
migliaia di donne e bambini in giro per il mondo con embarghi violenti
alle popolazioni che non  si vogliono sottomettere ed indebitare
quando non si concede neppure il tempo del pianto
perché muori prima di nascere
e allora che queste lacrime arrivano in cielo
al padre universo che li trasforma in uragano
e li scatena dove la natura ha deciso che sia giusto scatenare.....
(Sandy)

martedì 30 ottobre 2012

L'EUROPA E' UN CAMPO DI CHEMIOTERAPIA A PAGAMENTO - E VOI ANCORA A PENSA...


ORA TERZA - della realtà SOPRASENSIBILE

"Non è possibile applicarci con metodo e spirito scientifico alla sfera del sopra-fisico, prima che sia schiuso l'organo di senso atto a percepirlo. Questo dovrebbero comprendere coloro che sempre di nuovo rimproverano all'antroposofia la sua mancanza di spirito scientifico.


Sarà difficile a chi è cresciuto nella mentalità scientifica contemporanea accogliere tutto ciò  spregiudicatamente, che la suggestione della scienza è assai forte  e  formidabile è l'effetto delle conquiste scientifiche  e della civiltà materiale contemporanea che ne scaturisce".  
Rudolf Steiner

TUTTI COMPLICI ?


C ALLA TERZA





Freeijis, il frigorifero che funziona senza energia elettrica


Freeijis, il frigorifero che funziona senza energia elettrica




LA MMT E' UNA FINTA SOLUZIONE

LA MMT E' UNA FINTA SOLUZIONE


UNA SOLUZIONE CHE LASCIA INTATTE LE RENDITE DEI RENTIER CHE DETENGONO IL DEBITO PUBBLICO

VISTO CHE NON DICE MAI ESPLICITAMENTE CHE VA ELIMINATO L'ODIOSO SWAP TITOLI/MONETA


LADDOVE ESISTE QUESTO SWAP ESISTONO INTERESSI DA PAGARE E CREDITORI DEI TITOLI, CHE SIANO STATO O PRIVATI, CHE TRASCINANO COMUNQUE INTERESSI DA PAGARE

INVECE LA SOLUZIONE E' QUELLA INDICATA DA AURITI E DAL CHICAGO PLAN, BIGLIETTI DI STATO LEGALI, E ANCHE COMUNALI, OSSIA TITOLI EMESSI DIRETTAMENTE DALLE AUTORITÀ  SOTTO IL CONTROLLO DEMOCRATICO DELLE COLLETTIVITA' PER I BISOGNI DELLE STESSE, CHE VALGONO DIRETTAMENTE COME MONETA

A QUESTO PUNTO LE BANCHE RICOMINCIANO A FARE LE BANCHE CIOE' DELLE SEMPLICI INTEREDIARIE E DEPOSITANTI DEI NOSTRI RISPARMI, SEPARANDO SCRUPOLOSAMENTE LE BANCHE COMMERCIALI DALLE BANCHE DI AFFARI, e RINAZIONALIZZANDO LE MAGGIORI BANCHE DEL PAESE

NICOLETTA FORCHERI

www.stampalibera.com

lunedì 29 ottobre 2012

Come cambiano i tempi, ma sempre in peggio


Come cambiano i tempi, ma sempre in peggio

Ricordi, pensieri e parole in libertà

di Maurizio Barozzi

Ve lo ricordate? C’erano un tempo, diciamo anni ’50 e primi dei ’60, tanti  comunisti nostrani che scrivevano sui muri: “Adda venì baffone!” e credevano veramente che la Russia fosse la patria della libertà, dell’uguaglianza e della prosperità.


Se un altro comunista sottovoce e timidamente  li avvertiva che i Russi, i paladini della pace,  erano entrati con i carri armati in Ungheria, gli dicevano: “Compagno l’Unità non lo dice!”. Quando poi l’Unità finalmente doveva scrivere quello che era avvenuto, glielo edulcorava e infinocchiava con il solito ritornello  della “risposta dei paesi socialisti per prevenire le manovre delle vipere dell’Imperialismo”. E quei compagni se la bevevano, eccome. Poveracci, tutto sommato, in genere erano anche delle persone per bene e dei gran lavoratori. Un vero peccato.

Poi vennero i primi “strappi”: il Manifesto, i gruppi marxisti leninisti, i cinesi, ecc., a cui si aggiungeva la politica della lobby atlantico britannica dei Berlinguer, intenta a occidentalizzare il partito. Ma ci fosse stato uno “strappo” che avesse portato i comunisti italiani ad aprire gli occhi a divenire, se pur sempre marxisti, almeno avveduti e obiettivi. No, tutto andava verso un peggioramento, ovvero verso l’assimilazione dei comunisti nelle ideologie e nelle tendenze neoradicali. Nasceva il compagno radical chic che oggi è divenuto Liberal. Di costui spesso non si può certo dire che sia un gran lavoratore.
Al compagno operaio e contadino, magari ottuso, degli anni ’50, ma che almeno aveva una sua dignità, veniva a prenderne il posto questa nuova ributtante figura di “comunista” a parole, il compagno lettore di Repubblica e Liberazione, il comunista al caviale, quello che ha partecipato alla liquidazione e svendita di tutto il patrimonio sociale e sindacale del nostro paese e che in molti casi aderisce di buon grado alla “Sinistra per Israele”. Il chè è tutto dire.

A destra, c’era poco da dire: un ambiente marcio, dove alla ragione e alla riflessione ha sempre prevalso la retorica. Bastava un: “Camerati: saluto al Duce” per irretire torme di gonzi o nella migliore delle ipotesi di ingenui. E a questi gli facevi bere quello che volevi. Un altro vero peccato perchè spesso tra questi “ingenui”  c’erano fior di ragazzi e meno giovani generosi e idealisti.
Nel 1946 i camerati vennero portati  a Destra, perchè a sinistra del parlamento, gli dicevano, ci sono gli assassini: come se a Destra, tra badogliani e liberali ci fossero gli amici. Quindi gli inventarono la barzelletta del “non rinnegare, non restaurare”, una bella trovata per fingersi avveduti e al passo con i nuovi tempi, ma in realtà atta a nascondere che, di fatto, si era rinnegato rinnegato tutto, ma proprio tutto, del patrimonio sociale e nazionale del fascismo, anzi addirittura si stavano tradendo gli interessi nazionali in ossequio a mamma Usa.
Ovviamente portarono i camerati, per fortuna non tutti, a parteggiare per la Nato: altrimenti arrivano i Russi, gli dicevano.
Quindi gli fecero idealmente  dividere il mondo in due: da una parte il mondo libero, Israele compreso, da difendere comunque perchè, si sosteneva, era il “male minore”, e dall’altra i “rossi”, quelli che volevano portare i cosacchi ad abbeverarsi nelle fontane di S. Pietro. E questi imbecilli se la sono bevuta e giù a scazzottarsi con i rossi dovunque capitava: “più si menavano e più venivano a destra” ebbe il coraggio di confidare un giorno un certo Caradonna, il cui nome a pronunciarlo già dà un senso di fastidio. Sangue, feriti, qualche morto, mesi o anni di galera, con grande gioia di un pugno di farabutti che ci hanno rimediato un posto al sole del Parlamento o del Comune, mentre gli Usa erano soddisfatti che l’Europa si era divisa in fans del Patto di Varsavia e fans della Nato: praticamente Scemi e più scemi, proprio come tornava utile alla divisione e colonizzazione del continente stabilita a Jalta.

Al centro della politica nazionale poi, imperava la Chiesa con il suo  parroco che dal pulpito e dal confessionale si rigirava le animelle come voleva, con grande vantaggio di quell’agglomerato di famelici arraffa poltrone che era la Democrazia Cristiana. Se si considera che ogni paesino ha il suo parroco e ogni famiglia ha bisogno di qualche raccomandazioncella, si fa presto il conto e si comprendono le conseguenze elettorali.

Semplificando e tralasciando i vecchi partitelli minori, PLI, Repubblicani, PSDI, ecc.,  funzionanti da collante per le alchimie politiche governative, possiamo anche dire che il panorama appena illustrato, rappresentava la Prima Repubblica, nata dalla Resistenza e deceduta negli scandali anche se ad arte manipolati proprio per farla cadere.

E’ così arrivata la Seconda Repubblica: peggio che andar di notte. Le Istituzioni si sono adeguate a quelle dei paesi anglosassoni, i partiti hanno perso quella minima residualità ideologica e quel poco di collocazione sociale che avevano e sono tutti diventati dei puri e semplici gruppi di potere. Se prima poteva esserci un pò di pudore e di messa in scena per entrare in un partito e farci carriera: il social comunista nel PSI o nel PCI, il neofascista e il qualunquista nel MSI, il cattolico nella DC e così via, recitando una parte falsa e ipocrita, appunto da comunista, da neofascista e da buon cristiano, ma pur sempre da doversi sostenere in pubblico e in qualche modo mantenere, ora non era neppure più necessario: si sceglieva un partito unicamente per come poteva tornare utile per migliorare la propria professione, per trarne vantaggi e soldi, senza nessun orpello ideale, al massimo un generico, sfumato e intercambiabile, molto intercambiabile, “conservatori” da una parte e “progressisti” dall’altra.

Una pacchia per le Lobby e le Consorterie che da sempre, come gli Usa insegnano, stanno dietro i pagliacci che vengono eletti con questa peculiarità istituzionale da modello americano e li manovrano come marionette.
Non che queste Consorterie, prima di allora, non finanziassero e non controllassero un Berlinguer, un Almirante o un Andreotti, ma questi condizionamenti erano in qualche modo filtrati dalle segreterie dei parti, dallo loro finzione ideologica, dalla loro base elettorale, cioè dagli orpelli e bandierine che questi “camerieri dei banchieri” avevano dovuto indossare.
I partiti non potevano quindi avere quella “velocità” di esecuzione e di obbedienza che una Consorteria, specialmente di natura finanziaria, richiede. E poi ti poteva accidentalmente scappar fuori un Mattei, un Moro, un Craxi, che spesso creavano seri problemi. Non a caso e per esempio, per avere dei governi, guidati totalmente dai “tecnici”, leggi dagli uomini delle lobbies finanziarie, ci voleva la Seconda Repubblica.

E così ora,  per la gente di sinistra: addio alle marce per la pace, il pane e libertà e contro la guerra, oggi si accetta invece di bombardare la Serbia, di votare le spese per le missioni militari italiane impegnate nelle guerre in nome e per conto degli interessi Occidentali. E addio difesa dello Stato sociale, della Sanità e delle pensioni, delle aziende strategiche di Stato, ora si accetta di liquidare tutto per consentire ai banksters di impinguarsi con il taglieggiamento della nazione così come pianificato dalle Istituzioni mondialiste.

In questo nuovo andazzo, per i democristiani e i missisti non c’era neppure il pericolo si creassero delle crisi di coscienza visto che il passaggio da un era all’altro per loro poco cambiava.
I primi, infatti, sempre presenti nelle stanze del potere o si riciclavano a destra o a sinistra oppure si spezzettavano in due o tre partitelli tutti intenti a fungere da mediatori e occupa poltrone a seconda se il governo fosse a tinte di centro destra o di centro sinistra.
Ai secondi, ai destristi, il passaggio epocale rispecchiava, di fatto, la politica che avevano sempre praticato quali servi sciocchi del capitale e del padronato: cosa vuoi che cambiava ora che dovevano servire gli interessi dei banchieri e dovevano andare a genuflettersi a Gerusalemme? D’altronde servi della Nato lo erano sempre stati, quindi.

E così oggi le Chiese e le Botteghe delle ideologie politiche si sono chiuse e in cambio si sono aperti i baracconi della politica all’americana con le loro belle “primarie”, magari abbellite da qualche majorettes.
Se prima ognuno credeva come un deficiente al proprio partito, leggeva solo il giornale del proprio partito, tipica attitudine dell’imbecille, oggi la gente non crede più a niente o meglio pensa di non credere più a niente, in realtà crede, si muove automaticamente e reagisce agli stimoli che i mass media gli infilano in testa. E neppure se ne accorge. La televisione ovviamente la fa da padrone. Le tecniche della persuasione di massa, in soggetti così lasciati a sè stessi, si sono talmente perfezionate che il cervello, si fa per dire cervello, nelle teste oramai vuote delle persone, si ritiene persino di essere pregno di idee.
Ne volete un esempio? Prendiamo qualche caso cruento. Gli assassini di Saddam Hussein e di Gheddafi e la criminale distruzione e il saccheggio delle loro nazioni.

I mass media iniziano alla lontana con informazioni false e denigrazioni verso questi capi di Stato, fino a poco prima magari alleati e comunque sodali in varie attività imprenditoriali con l’Italia. Quando poi i criminali dell’Occidente, scatenano l’apparato militare e preparano l’invasione, questi capi di governo diventano mostri, depravati sessualmente e dicesi si facevano il bagno nelle vasche con i rubinetti d’oro, mentre il popolo patisce la fame.
Il giochetto è fatto: nei cervellini dei nostri connazionali si insinua il virus della propaganda di guerra, così quando si scatenano i bombardamenti, per carità chirurgici e seguiti dal lancio di qualche scatolone di viveri e medicinali, nei bar, nei posti di lavoro, dappertutto insomma, questi lavati nel cervello dire con fastidio: “era ora che li mettessero a posto!
E così la coscienza è ripulita, il pensiero messo in pace e si tira avanti. Noi, ovviamente, tiriamo avanti, perchè loro, i “liberati” dai liberatori, si ritrovano con le macerie di una nazione riportata all’età della pietra, centinaia di migliaia di morti e di invalidi, guerra civile, classi dirigenti mercenarie e tutte le risorse, spesso ingenti, del paese saccheggiate e divise dalle multinazionali.
Pensierino finale: con questa massa decerebrata, condizionata, rimbecillita che cosa ci puoi fare se non agitarla per benino per delle stupidaggini, per una partita di calcio, per un referendum idiota, per farla votare anche nelle primarie e fargli persino pagare uno o due euri per parteciparvi, o per spedirla a comprarsi il nuovo modello di Ipod?
Tutto è pronto affinchè si palesi in pieno la società del Grande Fratello.

LEGGERE PER VIVERE



La "sicurezza" degli OGM di Arpad Puzstay
"Ingegneria genetica" - Mae Wan Ho- pubblicato da Derive ed Approdi

Ricerche del Prof. Seralini in Francia




ORA SESTA

Tu sarai amato il giorno in cui potrai mostrare la tua debolezza senza che l'altro se ne serva per affermare la sua forza.

MA GLI IMBECILLI, GLI IMBECILLI, GLI IMBECILLI PROPRIO NO1!!!


Sono in auge alcuni Siti, predisposti appositamente da apparati del sistema ed a cui ci lavorano dei prezzolati, coadiuvati da una cernita di teste di cazzo i quali sono impegnatissimi a dimostrare che “tutto va bene madama la marchesa” ovvero che il sistema è corretto e tutto quello che si sospetta a proposito di “complotti” e raggiri è una bufala. Costoro ovviamente mischiano argomenti frivoli come i dischi volanti, le apparizioni e varie leggende metropolitane, con argomenti estremamente seri e pericolosissimi per il Sistema come ad esempio il Signoraggio o l’11 Settembre.
Si sfrutta la predisposizione dei lettori che in genere si bevono un po’ di tutto e si dividono, a seconda delle loro caratteristiche psicologiche e magari frustrazioni di vita, in “complottisti” che credono o vogliono credere a tutto, oppure “debunking” che invece rigettano a priori ogni sospetto. Si instaura così fra la gente una faida, molto accanita, di opposte fazioni, dove le cazzate, in un campo e nell’altro, regnano sovrane, si genera confusione e si fa il gioco di chi tiene in piedi questi Siti. Proprio questo è il loro scopo.

In pratica questi debunking sono dei criminali perché ingannano le persone nascondendo il fatto ovvio e naturale che la vita, la natura umana è sempre un “complotto”, ovvero spesso si percorrono strade che non sono regolari, si intraprendono azioni che possono anche essere di natura criminale, si fanno delle false flag, perché è sempre utile non apparire, o come nel caso delle guerra, far vedere che è stato il nemico a cominciare. Questo vale per le singole persone, che magari per conquistare una donna amata, o fare carriera nel lavoro, ingannano o non dicono il vero, e tanto più vale per gli Stati. Ergo, diffidare e indagare dovrebbe essere una attitudine da persone intelligenti e avvedute. Ed indagare, ovviamente, anche per scartare quelle che possono essere delle vere “bufale”.

Nell’argomento specifico, intanto diciamo che in ordine generale, non ci vuole una grande intelligenza, per capire che il mondo è stato messo in mano all’Alta finanza, che ci sono tutta una serie di regole e di leggi e di trattati finanziari e commerciali, che agevolano il mondo finanziario. Insomma le Banche la fanno da padroni tanto da aver soppiantato, e questo bisognerebbe farlo capire ai cosiddetti “marxisti di coccio”, il classico Padrone, quello che loro disegnavano nei volantini con la faccia da maiale, la tuba e il sigaro in bocca. Quel capitalista, come detentore del potere, praticamente non esiste più, perché è stato soppiantato da un altro padrone, molto più spietato e oltretutto spesso anonimo, che è nascosto dietro un numero, dietro una cedola azionaria: insomma, la Finanza si è impadronita dell’economia.

E torniamo al Signoraggio e ai debunking che tu hai indicato.
Questi farabutti giocano sul fatto che la gente normale non conosce con precisione certe regole, certe leggi, certe, situazioni e soprattutto come segretamente funziona tutto il sistema.
Anche io come ho accennato, non sono esperto di questa materia, ma avendo lavorato nel mondo riassicurativo per decenni, conosco i procedimenti speculativi dell’Alta finanza, e soprattutto alcune situazioni non scritte, ma evidenti.
Per fare un esempio: quei cosiddetti debunking per smontare tutto il discorso sul Signoraggio monetario, cominceranno con il dirti che le Banche centrali, Banca d’Italia compresa, non è vero che sono private, sono pubbliche anche se con una partecipazione privata. E ti diranno che il fatto è dimostrato dagli Statuti, dai regolamenti, ecc. ecc., di cui ti riportano i passaggi.

Ma quella è solo l’apparenza, perché il mondo finanziario ha, al suo interno, tali e tanti meccanismi che consentono il possesso e la strumentalizzazione della proprietà, senza apparire direttamente e senza infrangere Leggi e Statuti.
Ora, per semplificare, facciamo un esempio stupido per capire dove si annida il vero potere: una grande Impresa S.p.A,  ha il suo Presidente, con il potere di rappresentanza o altro, l’Amministratore delegato, con il potere esecutivo dell’Azienda delegatogli dal Consiglio di Amministrazione, il Direttore generale con un'altra specie di potere esecutivo in Azienda, ecc. Con alcune varianti, in genere è così.
Ovviamente costoro non sono i padroni (intendendo coloro che VERAMENTE comandano e si intascano i proventi della attività aziendale), perché sono stati a loro volta scelti o nominati  nel o dal Consiglio di Amministrazione.
A sua volta ancora, il Consiglio di Amministrazione, attraverso vari statuti e procedimenti, più o meno complicati, che qui semplifichiamo, è nominato o approvato dall’Assemblea degli Azionisti.
E allora, domanda consequenziale: sono gli Azionisti i padroni veri dell’Impresa?
La risposta è si e no. Si perché teoricamente sono loro che, con le loro nomine, delibere e decisioni a maggioranza, rispondono delle sorti dell’azienda, partecipano alla ripartizione degli utili o alle ricapitalizzazioni, NO, perché attraverso vari “giochetti”, attraverso il controllo dei numeri, con la possibilità di nascondersi dietro l’anonimato o i prestanome, il POTERE VERO è in mano, e saldamente tenuto, DI POCHI E QUALIFICATI AZIONISTI, che a loro volta, in conseguenza della forza del potere, sono espressione o paravento di quelle poche Grandi Famiglie dell’Alta finanza di cui parlavamo.


Per tornare al nostro esempio, quindi se leggi l’elenco degli Azionisti della Banca d’Italia, puoi vedere che ci sono privati di cui Banche e Assicurazioni che detengono oltre il 90 percento di partecipazione al capitale; poi se leggi lo Statuto puoi capire come è regolata; se conosci la Legge bancaria del 1936 e altre successive o collegate, puoi renderti conto della sua funzione quale Ente di diritto pubblico, e ancora se conosci come è regolato il sistema Europeo delle Banche centrali (dal 1998 vi è entrata anche la Banca d’Italia), puoi capire il ruolo della Banca d’Italia in questo Sistema, ecc., ma NON E’ QUI il problema, il vero segreto della gestione privata di una banca centrale.
Se non conosci certi meccanismi, alcuni dei quali sono più che segreti, nascosti, non puoi capire chi veramente ha il potere in mano e chi veramente, attraverso questo potere può esercitare attività altamente remunerative, tra  cui il Signoraggio e senza neppure apparire.

Ora, in termini legali e precisi, questo processo non potrei dettagliartelo esattamente, ed infatti l’ho molto semplificato, ma lo potrebbero fare tutti quegli amici della scuola di Giacinto Auriti, Pantano in testa, ma non solo loro, ma stai certo che al di là delle apparenze, degli Statuti, che indicano pure che, non è previsto reddito o che  eventuali proventi vanno devoluti a fondo perduto a sostegni sociali, ecc. sono tutte cazzate, perché il potere e la possibilità di realizzare enormi dividendi e soprattutto il controllo politico nel mondo bancario, in queste Banche centrali è in mano a quelle anonime (ma non troppo) Grandi Famiglie.

MAURIZIO BAROZZI

STA ACCADENDO ADESSO

video


DA VEDERE TRE VOLTE AL GIORNO E MANDARE A 10 AMICI (caricatelo su tutti ...


L'EUROPA E' UN CAMPO DI CHEMIOTERAPIA A PAGAMENTO - E VOI ANCORA PENSARC...


domenica 28 ottobre 2012

DELLE CHIESE E DELLA SALVEZZA

Anche le chiese potrebbero avere un ruolo se servissero per la crescita e non come gabbia di presunta salvezza senza del quale l'uomo  non ha significato...! L'uomo vale a prescindere da qualunque chiesa.
I numeri e le varie religioni nel mondo da sole smentiscono ogni forma di universalità per quanto ogni una di essi si affatichi ad autoproclamarsi tale....
La crescita prevede una liberazione, con le chiese questa liberazione non avviene mai... sei sempre peccatore ed infedele.... per "creazione"...

TUTTO GIA' SCRITTO E PIANIFICATO?


Malgrado oggi la maggior parte dei massoni americani non lo abbiano mai sentito nominare, Pike è stato uno dei più illustri e famosi capi della Massoneria di Rito Scozzese.
Ricoprì la funzione di Sovrano Gran Commendatore dal 1859 fino alla sua morte, nel 1891.

In un discorso del 1889, tenuto in Francia agli alti gradi della Massoneria, il generale Pike aveva pronunciato parole che ancora oggi danno vita a ampi dibattiti: “Ciò che dobbiamo dire alle folle è che (…) la religione massonica dovrebbe essere mantenuta, da tutti noi iniziati degli alti gradi, nella purezza della dottrina luciferina.
Lucifero è Dio e sfortunatamente anche Adonai è Dio. Per la legge eterna, per cui non v’è luce senza ombra, bellezza senza bruttezza, bianco senza nero, l’assoluto può esistere solo come due divinità: essendo l’oscurità necessaria alla luce per servirle da contrasto…



Nel 1871, Pike scrisse una lettera in cui esponeva chiaramente gli scenari che si sarebbero dovuti verificare con le 3 guerre mondiali.

“La prima guerra mondiale – scriveva – deve essere determinata per consentire agli Illuminati di distruggere il potere degli Zar in Russia e di rendere quel paese una fortezza del comunismo ateo.
Le divergenze causate dagli agentur degli Illuminati fra gli imperi britannici e germanici saranno usate per fomentare questa guerra. Alla conclusione della guerra, il comunismo sarà sviluppato ed usato per distruggere gli altri governi e per indebolire le religioni.

La seconda guerra mondiale deve essere fomentata approfittando delle differenze fra i fascisti ed i sionisti politici. Questa guerra deve essere determinata in modo da distruggere il nazismo e che il sionismo politico sia abbastanza forte per istituire uno stato sovrano di Israele in Palestina.

La Terza guerra mondiale deve essere fomentata approfittando delle differenze causate dagli agenti degli Illuminati fra i sionisti politici ed i capi del mondo islamico.
La guerra deve essere condotta in modo tale che l’Islam e il sionismo politico si distruggano reciprocamente.
Nel frattempo le altre nazioni, una volta di più divise su questa circostanza saranno costrette a combattere fino al punto di un completo esaurimento fisico, morale, spirituale ed economico… “

Un video al giorno toglie gli ignoranti di torno

LO STUDIO DELLE RIVOLUZIONI CI INSEGNA CHE COLORO CHE SCENDONO IN PIAZZA DIFFICILMENTE SANNO PER CHE COSA STANNO LOTTANDO. LA PERCEZIONE DELLE VERE RAGIONI DELLA CRISI è DIFFICILE DA COMPRENDERE DA UNA Società COMPOSTA PER LO PIÙ  DA ANALFABETI RINCOGLIONITI DALL'ECCESSO DI SPETTACOLI ( musicali, televisivi, demenziali). E TUTTAVIA QUESTO è IL PROCESSO IN ATTO. SOLO LE MINORANZE SANNO COSA DEVONO FARE E QUALI SONO I CAMBIAMENTI NECESSARI. ( Vedi la rivoluzione bolscevica).

Messaggio dello Spirito Santo del 6 novembre 2011.mp4 Bellissimooo


Home IT Italiano (FATELO VEDERE A TUTTI)


sabato 27 ottobre 2012

BERLUSCONI UN DILUVIO IN PIENA

Non ne poteva più è scoppiato e ha detto tutto (quello che poteva dire) del resto non dire nulla in una situazione di dittatura finanziaria e da pazzi, per lo meno lui dopo la condanna di ieri ha deciso che almeno alcune cose bisognava dirle. Partendo dal buco costituzionale che fa in modo che paralizza il percorso legislativo arrivando alla definizione di repubblica giudiziaria. Parla indirettamente  di sovranità monetaria citando il modello giapponese, e ripropone il suo miscuglio di nazzionalliberismo che purtroppo non va da nessuna parte. Però certamente questa sua conferenza ha dato certe ginocchiate a destra e a manca per  riorganizzare un po' le idee che nessuno del suo partito e tanto meno dei prostrati di sinistra avrebbe potuto dire.

Questo discorso nascondeva certo dei pensieri di censura, certamente non aveva bisogno di aspettare ben undici mesi per sapere chi era Monti e cosa era venuto a fare, ma ha dovuto aspettare perché gli italiani capissero direttamente sulle loro spalle chi era il "nominato monti", se lo avrebbe detto prima nessuno ci avrebbe creduto oggi tutti facilmente possono capire che il sig Monti prende ordini almeno dalla banche tedesche per non dire altro. Ci dispiace solo che ancora non chiarisca bene la posizione sull'euro e sull'Europa che distruggeranno l'Italia se non si esce o si rinegoziano le condizioni. Certamente se ne parlerà parecchio, ma oggi era l'unico che poteva dire (tra i gerontocratici) qualcosa in questa direzione dopo aver subito diversi attacchi da chi lui non può neanche nominare. Vedremo

GIORGIO VITALI - INTERVENTO AL CONVEGNO DI MPL


LA MAGISTRATURA DOVREBBE CONDANNARE SE STESSA PIU' CHE LA PROTEZIONE CI...


UN VIDEO AL GIORNO TOGLIE L'IGNORANTE DI TORNO

UNA STRAGE DEVE ESSERE RICORDATA OSSESSIVAMENTE MENTRE LE ALTRE DIMENTICATE?


MANGIA COME PARLI - prof. Giuseppe Altieri


"Cibus in primis"
Programma di azioni per il Bando degli OGM e lo sviluppo dell'Agricultura  ed Alimentazione Biologica, Prevenzione sanitaria primaria e Contrasto dei Gas Serra. 
a cura del Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo



"Cibus in primis"
Programma di azioni per il Bando degli OGM e lo sviluppo dell'Agricultura  ed Alimentazione Biologica, Prevenzione sanitaria primaria e Contrasto dei Gas Serra. 
a cura del Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo

1. Bando Nazionale (ed Europeo) degli OGM e Referendum consultivo (obbligatorio) in materia

E' dall'Italia che deve partire il Bando Mondiale di tutti gli OGM, per affermare "l'inviolabilità della Memoria Genetica di tutti gli esseri viventi, sancita dalla carta dei diritti dell'Uomo" (M.Trimarchi, Candidato Nobel per la pace 1986).


Quello che dobbiamo fare è scritto nel documento allegato: "Carta di Montebelluna" e nel testo del referendum popolare, obbligatorio prima di ogni decisione in materia di OGM, ai sensi della Dir 2001/18 CE, in materia.

Carta di Montebelluna per un Bando Mondiale degli OGM



Testo del Referendum consultivo contro gli OGM



In sintesi:

Divieto di Importazione e semina di OGM in Italia, con applicazione della Tolleranza ZeroGM (analisi di presenza / assenza) sul modello della Russia (recentemente del Marocco e di altri stati sovrani).

Ciò, soprattutto, in  quanto nessun OGM (sono oltre 60 quelli importati in Italia) è stato sino ad ora autorizzato dall'organismo preposto, ovvero il Consiglio dei Ministri UE, che ha fatto sempre mancare la maggioranza legale... mentre gli OGM vengono importati lo stesso e non si capisce bene come e perchè.

La Corte di Giustizia UE in materia di divieto di coltivazione ed importazione di OGM afferma che "...non si può vietare la coltivazione di un OGM solo perchè mancano le norme di "Coesistenza"... cosa notoriamente  impossibile in quanto gli ogm contaminano irreversibilmente le altre varietà tradizionali e naturali ed altre specie (attraverso il trasferimento genico orizzontale dei frammenti di DNA da una specie all'altra, per mezzo dei microrganismi)... e pertanto tutto diventerebbe OGM...
..."ma solo se sussiste pericolo per la salute, l'ambiente e gli aspetti fitosanitari, in applicazione del principio di precauzione europeo...
Tali aspetti di pericolosità sono tutti confermati dalle risultanze delle coltivazioni di OGM in altri paesi extaeuropei. Ad es. contaminazione del polline, del miele, delle filiere alimentari e delle sementi tradizionali, pericolo per la salute e l'ambiente, maggior impiego di pesticidi e resistenza degli insetti patogeni, fallimenti dei raccolti (Cotone) e ridotte produzioni (Soia), ecc...

Inoltre,  pare che il mais OGM  sia reputato cancerogeno dalle ricerche recentemente pubblicate in Francia dal Prof. Seralini, così come numerose ricerche indipendenti segnalano la pericolosità degli OGM per cui possa essere applicata la prevista clausola di salvaguardia nazionale vietandone non solo la coltivazione ma anche l'importazione, ai sensi della Dir. 2001/18 CE in materia di organismi transgenici,
E' necessario ricordare che tra gli OGM vanno inserite anche le varietà "clearfield", resistenti ai diserbanti, in quanto profondamente alterate nel loro DNA, manipolato con sostanze chimiche, ultrasuoni e radiazioni e, pertanto pericolose per la salute e l'ambiente. 

- SUBITO IL REFERENDUM POPOLARE CONSULTIVO SUGLI OGM, PREVISTO DALLA DIR:2001/18 iIN MATERIA DI OGM, preliminarmente ad ogni decisione in materia !
Con la Costituzione di un Comitato promotore ad hoc

2. Sviluppo dell'Agricoltura Biologica e Revisione delle Misure Agroambientali dei PSR Regionali

- Istituire adeguati pagamenti all'Agricoltura Biologica che compensino effettivamente i mancati ricavi per minore produzione nella bio-riconversione aziendale e i maggiori costi, più il 20% per i costi di transazione e il 30% per le azioni biologiche collettive territoriali, così come previsto dai Regolamenti Comunitari Agroambientali, disattesi da 20 anni dalle regioni italiane, che hanno "de facto" ostacolato lo sviluppo dell'Agricoltura Biologica, addirittura contrastandolo nell'Ultimo decennio, laddove in Italia oggi abbiamo il 20% in meno di superfici agricole Biologiche certificate  rispetto al 2002. Mentre la domanda di biologico si è triplicata nell'ultimo decennio.

- Contestuale Blocco e recupero verso il biologico dei fondi Agroambientali regionali distratti da anni verso una "falsa agricoltura integrata", che "de facto" ha sostenuto l'acquisto di pesticidi chimici di sintesi e non delle previste tecniche biologiche o naturali alternative, prioritarie secondo le linee guida sulla produzione integrata Europee. Le tecniche alternative ai Pesticidi chimici  sono diventate "facoltative", secondo i disciplinari regionali attuali, per cui gli agricoltori convenzionali, risparmiando sui costi, hanno continuato ad usare sempre più pesticidi (oltre 150.000 tonnellate in Italia, il 35% di tutti i pesticidi europei, con fatturati in continuo aumento), percependo illegittimamente pagamenti agroambientali che in realtà dovrebbero sostenere i maggiori costi delle tecniche sostitutive naturali e biologiche (si ipotizza la truffa Comunitaria dolosa e reiterata, con danno alla salute pubblica e all'ambiente).
L'Italia ha oggi raggiunto il triste primato mondiale dei tumori dell'infanzia, con tasso di incremento doppio di quelli neonatali, rispetto alla media UE. Inoltre, nel nostro paese le malattie degenerative sono in crescita esponenziale, con riduzione dell'aspettativa di vita sana di oltre 10 anni, dal 2004 ad oggi. I Pesticidi Chimici di sintesi rappresentano in tal senso la principale "concausa aggravante" di patologie degenerative e oncologiche, spesso derivate dagli squilibri endocrini collegati.

- Revisione e potenziamento del sistema di certificazione biologica. 
Oggi il produttore paga l'Ente di certificazione (conflitto di interesse) per poi vedersi restituire i costi grazie ai fondi comunitari (Mis. 132 dei PSR regionali, fino a 3.000 € ad azienda agricola)). E' necessario che sia direttamente l'ente pubblico (Regioni) a pagare gli Enti di certificazione e a controllarne l'operato, obbligando a un numero minimo di ispezioni sul campo (5-6 all'anno) e all'analisi dei residui chimici di pesticidi, con perizia di stima delle produzioni pre-raccolta, al fine di evitare e prevenire irregolarità e truffe. 

3. Pesticidi Chimici
Applicazione corretta della nuova direttiva europea sull'Uso sostenibile dei Pesticidi, che impone la priorità di intervento con mezzi tecnici biologici e naturali, regolarmente registrati al commercio (in quanto sottoposti alle prove di efficacia), sulla base del principio di precauzione e delle norme di Agricoltura Integrata che sono diventate obbligatorie per ogni coltivazione.

4. Tutela dell'infanzia e dei più deboli
inserimento del limite massimo di sommatoria dei pesticidi negli alimenti, oggi tarati su un corpo di 60 kg e non sulle categorie più deboli (Bambini, anziani e malati), sulla base del principio di uguaglianza dei cittadini nei confronti delle leggi. e tolleranza zero Pesticidi nei prodotti Biologici, in base al diritto a non essere contaminati dagli eventuali confinanti che utilizzano pesticidi, che dovranno mantenersi all'interno delle proprietà convenzionali, come previsto dalle norme di diritto costituzionale.

5. Obbligo di alimentazione biologica scolastica ed ospedaliera con istituzione e tutela dei mercati biologici locali a filiere di vendita diretta e corta (un passaggio), utilizzando le misure dei PSR Regionali e tutte le forme di sostegno alle produzioni di qualità (intesa come miglioramento dell'impatto ambientale e/o sanitario e nutrizionale delle produzioni agricole), quali ad es. le organizzazioni comuni di mercato (OCM).

6. Istituzione di un servizio di assistenza tecnica fitosanitaria nazionale e Provinciale, ai sensi del recente recepimento della Dir. CE sull'Uso sostenibile dei pesticidi, collegato agli albi professionali degli Agronomi e Periti Agrari con Prescrizione obbligatoria da parte di tecnico abilitato (attraverso ricettario) di ogni eventuale prodotto chimico di sintesi ad uso agricolo, in osservanza della circolare sull'Atto fitoiatrico dell'Ordine degli Agronomi, che prevede l'obbligo di prescrizione prioritaria dei mezzi alternativi non di sintesi e la non possibilità di operare come dipendenti delle case agro-farmaceutiche nella suddetta prescrizione (conflitto di interessi).
Inserimento di Esperrti Agroecologi di comprovato curriculuum sulle tecniche sostitutive dei mezzi chimici di sintesi, nelle commissione Ministeriali e regionali per la definizione delle norme e disciplianri obbligatori di Agricoltura Integrata, nominati dai portatori di interesse (IBMA ITALiA, FEDERBIO, UP BIO, ecc.)

7. Legare la politica agricola comunitari alla preservazione della fertilità dei terreni per le generazioni future (Art. 44 della Costituzione Italiana), finanziando le pratiche che consentono di incrementare l'Humus (sostanza organica stabile) dei terreni, nel rispetto del protocollo di Kyoto per la fissazione e riduzione dei GAS serra.

8. Chiusura degli allevamenti industriali senza adeguata terra disponibile per l'alimentazione del bestiame nel comprensorio e utilizzazione piena delle misure di sostegno europeo al Benessere Animale per gli allevatori Biologici (500 € / UBA, unità bovina adulta, previsti dalle norme UE dal 2007, ed oggi non utilizzati dalle regioni in tal senso).
Gli allevamenti industriali rappresentano oggi la prima fonte di emissione di gas serra (CO2, Metano, Ossidi di N, ecc.)

9. Salvaguardia, recupero e diffusione della Biodiversità Tradizionale autoctona dell'Agricoltura Italiana, utilizzando le risorse Regionali dei PSR e Nazionali dei Piani Sementieri, riproducendo e conservando le banche del germoplasma, a partire da quella di Bari, che conserva oltre 95.000 varietà di interesse agricolo strategico del mediterraneo, vero e proprio patrimonio dell'Umanità e base per il miglioramento genetico mondiale.

10. Recupero della tradizione agroalimentare italiana e della vera dieta mediterranea biologica ed a prevalenza vegetariana, quale patrimonio dell'Umanità.

11. Incentivazione  e incremento delle dotazioni per i giovani agricoltori, con finanziamenti a fondo perduto per l'apertura di nuove partite iva agricole e la realizzazione di aziende di produzione e trasformazione di prodotti biologici su piccola e media scala territoriale, legate al mercato locale (km zero) e ai gruppi di acquisto solidali (GAS). Divieto della Plastica nelle confezioni alimentari per l'accertata pericolosità per la salute e l'ambiente.

Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo

Docente Ordinario di Fitopatologia, Entomologia, Agricoltura Biologica, Agroecologia - Ist. Sup. Istruzione Agraria, Todi
Studio AGERNOVA - Servizi Avanzati per l'Agroecologia e la Ricerca
ACCADEMIA MEDITERRANEA PER L'AGROECOLOGIA E LA VITA (AMA la Vita)